Riallineamento fiscale più favorevole per le attività immateriali

La legge di Bilancio 2021 ha inserito il comma 8-bis nell'art. 110 del D.L. n. 104 del 2020 (cd. "Decreto Agosto"), nel quale è stabilito che le disposizioni dell'art. 14 della legge 21 novembre 2000, n. 342, concernenti il riconoscimento fiscale di maggiori valori iscritti in bilancio, si applicano anche all'avviamento e alle altre attività immateriali risultanti dal bilancio dell'esercizio in corso al 31 dicembre 2019.

Tale norma ha introdotto, quindi, la possibilità di effettuare il riallineamento dei valori fiscali a quelli civilistici. Il disallineamento tra valori civilistici e fiscali può determinarsi a seguito di rivalutazioni economiche fiscalmente irrilevanti o di operazioni effettuate in regime di neutralità fiscale. La possibilità di fruire del riallineamento non riguarda, quindi, più i soli “beni” immateriali giuridicamente tutelabili (marchi, brevetti, know-how, diritti di concessione, licenze, etc.) ma è stata estesa all’avviamento e alle altre attività immateriali (quali le spese relative a più esercizi). Deve essere, a tal fine, effettuato il pagamento dell’imposta sostitutiva del 3%, che risulta più favorevole di quella - con aliquota dal 12 al 16 per cento - prevista dal TUIR e di quella con aliquota al 16 per cento prevista dal D.L. n. 185/2008.

More favorable tax realignment for intangible assets


The 2021 Budget Law inserted paragraph 8-bis into art. 110 of Legislative Decree no. 104 of 2020 (the so-called "August Decree"), in which it is established that the provisions of art. 14 of Law no. 342 of November 21, 2000, concerning the fiscal recognition of higher values recorded in the financial statements, also apply to goodwill and other intangible assets resulting from the financial statements of the year in progress as of December 31, 2019.

This regulation therefore introduced the possibility of realigning tax values with accounting values. The misalignment between statutory and tax values may arise following economic revaluations that are irrelevant for tax purposes or transactions carried out under a tax neutrality regime. The possibility of benefiting from the realignment no longer concerns only legally protectable intangible "assets" (trademarks, patents, know-how, concession rights, licenses, etc.) but has been extended to goodwill and other intangible assets (such as expenses relating to several financial years). To this end, payment of the 3% substitute tax must be made, which is more favorable than the tax rate (from 12% to 16%) envisaged by the Consolidated Income Tax Act (TUIR) and the 16% rate envisaged by Legislative Decree no. 185/2008.

Post recenti

Mostra tutti